YELLOW CAT

I sogni possono diventare realtà? I sognatori possono vivere anche nel mondo reale? La dimensione onirica può coesistere con quella reale? 

Un ragazzo e una ragazza. Due sognatori. Lei impaziente  di viaggiare per il mondo, lui con il pensiero fisso di costruire un cinema all’aperto sopra una montagna in mezzo al nulla. Lei una prostituta, lui un ragazzo di strada. Entrambi figli di nessuno, soli al mondo. Animi vibranti in quanto desiderosi di fare e perdersi nei loro sogni ma allo stesso tempo sono anche anime spente. L’abbattimento  interiore è dato anche dai paesaggi asettici, grandi spazi aperti, lunghe distese che simboleggiano quanto piccoli sono i protagonisti, ma anche noi spettatori, rispetto alla grandezza del mondo. Soli ma Insieme. Uniti dalla forza del futuro e perché no anche dal sentimento che pian piano cresce tra i due. 

Sceneggiatura delicata e spiazzante. Scenografia meravigliosa. Colori, ombre e luci si fondono completamente. Ogni inquadratura sembra essere un quadro perfettamente dipinto capace di trasportare lo spettatore nella dimensione ove tutto è possibile e i sogni possono diventare realtà. Il finale tragico però sveglia il telespettatore ma nonostante la gravità del momento, il regista riesce a rappresentare il dramma con delicatezza e romanticismo. 

Rispondi

WordPress.com.

Up ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: