UNA FAMIGLIA

Micaela Ramazzotti non si smetisce mai! Ancora una volta dona agli spettatori un’eccelle interpretazione! Maria è una donna sola, usata per fare figli con i quali non le sarà permesso stringere alcun tipo di legame. L’uomo che la usa non le fa violenza.. non si capisce quindi perchè lei “accetti” questo meccanismo. La risposta è solo una: la paura. Paura di rimanere da soli, paura di guardarsi allo specchio e affrontare i problemi, paura del cambiamento, paura di reagire e di dire “basta!”. Un film a dir poco drammatico, crudo, violento, che non ti chiede scusa per il dolore che ti scava dentro. Dall’inizio alla fine lo spettatore è in perenne stato di angoscia e disgusto. Purtroppo le situazioni narrate non sono del tutto impossibili bensì il regista ha tratto ispirazione dalla cronaca delle pagine della nostra quotidianeità. Un’attualità raccontata senza troppi giri di parole mirando esattamente al nucleo del discorso. Cosa significa essere madri? Perchè non è cosentito a tutti poterlo diventare? La maternità ha un prezzo? Pellicola da vedere perchè non bisogna far finta di niente. Le cose accadono purtroppo sotto ai nostri occhi più spesso di quello che pensiamo, dobbiamo avere il coraggio di denunciare e di non girare l’angolo come se nulla fosse. Sebastiano Riso, Micaela Ramazzotti e Patrick Bruel hanno avuto coraggio, ora tocca a noi!

Rispondi

WordPress.com.

Up ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: