SUBURRA

Una fotografia di un pezzo di realtà che conosciamo molto bene o volontariamente ignoriamo ma che ha radici nel nostro territorio. Una di quelle fotografie in bianco e nero perché raccontano di un lato oscuro della società: nitida non sfuocata perché tutti sappiamo di cosa si tratta ma nessuno ha coraggio di usare un fotoritocco per cambiare tale meccanismo. Il punto centrale É la violenza e forse proprio per questo una parte di pubblico non gradisce tale pellicola aspettandosi una riflessione sul tema e non la messa in evidenza. La sceneggiatura non ha niente di originale. La scenografia É azzeccata. Il cast al completo É riuscito a rendere credibile il suo personaggio. Ottimi Favino e Germano. Buona la colonna sonora.

Rispondi

WordPress.com.

Up ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: