RACE – Il colore della vittoria + VELOCE COME IL VENTO

Sembra quasi sentire la voce “Corri Forest, Corri!”. La grande forza di volontà, la tenacia, la passione, la perserveranza, la rabbia e tanti altre grandi e piccole sfumature fanno di “Veloce come il vento” e “Race” due bei film. In entrambi i casi ci troviamo davanti a protagonisti con un background personale alle spalle abbastanza ingombrante. Due epoche diverse ma lo stesso coraggio. Se nel primo vediamo poco a poco il ricostruirsi di un rapporto familiare tra fratelli e il delinearsi di una grande carriera automobilistica, nel secondo caso il nucleo centrale consta nell’affermazione, nel “superamento” o meglio nelle prime manovre di distruzione di grandi ostacoli umani. Due storie vere che nella corsa, a bordo di un’automobile in un caso e a piedi in una pista di atletica nell’altro, affermano la loro grandiosità e il loro impatto emotivo e storico.

Stefano Accorsi e Matilda de Angelis fantastici, perfettamente entarti con tutte le scarpe nei rispettivi panni da personificare.
Stephan James nelle vesti di Jesse Owens altrettando magnifico.
Colonne sonore in entrambi i casi di forte impatto. Come non ricordare la scena di Accorsi in piscina con dei compagni di classe del fratello minore.

Forest Gump da ragazzo “particolare” con deficit di deambulazione riesce a liberarsi da quelle barriere tecniche per sfogarsi, per urlare al mondo chi è. Così come Forest anche Owens e Giulia faranno il grande salto!

Rispondi

WordPress.com.

Up ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: