PINOCCHIO

Favola leggendaria che ha coccolato l’infanzia di tutti noi e dei bambini che verranno. Una storia d’altri tempi che riesce ad adattarsi a tutte le epoche. Nonostante sia una fiaba senza collanti realistici, i protagonisti e le vicende che caratterizzato il lungometraggio sono metafore che possiamo facilmente riportare alla nostra dimensione reale: la bugia e la verità, l’inganno e l’incoerenza, la vendetta e il desiderio. Un cult che viene riportato alla luce grazie alla regia di Garrone, all’interpretazione di Benigni, del piccolo grande Ielapi, Pappaleo e di Ceccherini. Straordinaria la scenografia, stupisce di scena in scena, immerge lo spettatore dentro il quadro cinematografico. I costumi e il trucco sono dello stesso livello di grandezza scenica. L’attenzione ai dettagli è ineguagliabile. Le emozioni che abbiamo provato da bambini non vengono alterate, anzi.

Rispondi

WordPress.com.

Up ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: