PER AMOR VOSTRO

Ci troviamo davanti ad un film che ti dá una scossa, che ti mette ansia, che ti apre gli occhi su determinate realtá. Una pellicola che ti scava dentro, che si immerge nelle paure più o meno nascoste. Un dipinto surrealista ma anche cubista per le scelte tecniche adottate. Il colore é uno dei protagonisti principali. Attraverso di esso infatti il regista riesce a comunicare a noi spettatori tutta la gioia e la disperazione di Anna, madre e moglie che quotidianamente combatte contro il proprio marito, i problemi economici, una posizione sociale e un amore impossibile. Assieme al colore anche la mimica facciale di Valeria Golino, vincitrice al Festival del Cinema di Venezia 2015 proprio per questa prova attoriale, é un elemento fondamentale del lungometraggio. Sguardo, espressioni, gestualità che ci fanno appassionare alla vicenda. Probabilmente le pecche di questo film sono due: l’elemento canoro continuo da novella napoletana che apre ogni volta un capitolo e la lunghezza della pellicola che risulta essere forse eccessiva. Nonostante questi due punti il film di Gaudino essendo molto complesso di continuo tira fuori delle riflessioni nuove. Un film che richiede di essere capito e ti incentiva a farlo.

Rispondi

WordPress.com.

Up ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: