MOUNTAIN

Rifiuto, abbandono, solitudine sono gli ingredienti principali di “Mountain”. Frangenti di vita di una normale famiglia ebraica che denunciano il malessere di una moglie che si sente non desiderata dal marito, di una madre che adempie i suoi compiti nella cura dei suoi tre figli ma prima di tutto di una donna. Una donna insoddisfatta dalla relazione di coppia che non accettando di arrendersi và alla ricerca di un qualcosa. L’indagine interiore la porterà davanti ad una scoperta inaspettata, così lontana dalla sua realtà ma forse proprio per questo così attraente. Un viaggio che la cambierà e la spingerà anche a prendere delle decisioni letali.
Il regista, Yaelle Kayam, non usa la dolcezza per far passare dei messaggi, non si fa aiutare da effetti dati dal montaggio o dalla traccia sonora ma tutto è lasciato alla “realtà” degli eventi.

Rispondi

WordPress.com.

Up ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: