FRANTZ

Amore e Guerra. Realtà e finzione. Francia e Germania. Adrien ed Anna. Effetto bianco-nero e i colori. Un film basato sulla duplice dimensione. La guerra comporta inevitabilmente scombussolamenti all’interno di varie sfere. La morte del soldato Frantz mette sottosopra le vite di quattro personaggi: i genitori del ragazzo, della sua amata e del soldato avversario. Nucleo tematico della pellicola é l’andare oltre, superare le barriere linguistiche geologiche culturali perché conoscere l’altro seguire le proprie pulsioni è più importante, é un rischio che bisogna correre qualunque sia il risultato finale. Anna ed Adrien sconvolgono le loro vite, l’uno per dichiarare la sua verità mentre l’altra per continuare il gioco della finzione seppur sincero. Entrambi si faranno del male: il ragazzo nasconderà in primis forse a se stesso il suo volere e si lascerá portar via dal corso degli eventi pre impostati e la donna si scontrerà su un muro che sperava di poter abbattere ma che di fronte al quale ha dovuto imparare ad arrendersi. Ottime interpretazioni di Pierre Niney e Paula Beer che con delicatezza e magistrale serietà si sono calati nei panni di Anna e Adrien.

Rispondi

WordPress.com.

Up ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: